martedì 9 giugno 2015

Esseri mutanti a 8 braccia

Mi perdo fra le pagine di Alexandros, o perlomeno ci provo, leggo, vivo, respiro qualche pagina, fa una strana dopo più di un anno e mezzo riuscire a leggere anche solamente qualche riga...ed ecco puntuale ( una volta) come un treno il solito pensiero:
"non vedi? stai perdendo tempo! Alzati! cosa hai mangiato? quanto? devi saperlo! fila a contare!"
chiudo il libro, mi dirigo in bagno, poi in camera, i pensieri mi tengono compagnia, dormo, provo a dormire, mi sveglio qualche ora dopo:763 kal

E' ( finalmente) finita la scuola, non so come andrà a finire...mi hanno minacciato una eventuale bocciatura più di una volta, io non voglio, non posso!
Certi pomeriggi mi chiudevo in camera sentendomi impotente e senza forze per studiare e avrei voluto buttare tutto all'aria...non ci sono mai riuscita, eppure lo volevo...
Ho sicuramente due materie, speriamo siano solamente quelle..
Ora per ora ho voglia di farcela benchè arriverò stanchissima e l'anno prossimo c'è l'esame e sarà massacrante, poi però sarà finita e boh, non riesco a pensare più in là di così...

Da quando è finita la scuola non ho fatto altro che uscire con i miei amici, essere invitata a compleanni, andare ai compleanni, mangiare ai compleanni, cercato di inventare scuse per non andare, essermi lasciata convincere...non è andata male dato che hanno fatto in modo di smettermi di abbuffarmi per passare a una mangiata abbondante, non va ancora bene ma almeno la bilanciaha segnato un numero più basso.
Allo stesso tempo so che non posso continuare così, ingrasserei ancora, io devo dimagrire! tra un po' è ora di andare al mare, non posso certamente farmi vedere così come sono!
In questi giorni pieni di compleanni non ce la avrei mai fatta però senza il sostegno e l'incoraggiamento continuo che mi ha dato Kiki che ringrazio davvero di cuore <3

Stasera ho un altro compleanno penso che stavolta è davvero l'ora di dire una balla soprattutto dal momento che ci sarà la pizza e la ho mangiata già tre volte, non voglio casini e soprattutto non voglio stare male! voglio godermi la serata perchè ho il diritto di divertirmi e non voglio pare inutili che rovinerebbero tutto!
Stasera forse ci sarà anche M. ( ansia ansia ansia) la quale forse rivedrò anche al mio 18' giovedì
Anche per giovedì dove sicuramente ci sarà un sacco da mangiare voglio tenermi, perchè a parte oggi ,la vera festa che vorrei potremi godere è quella di giovedì( benchè io compia gli anni tra più di un mese) alla fine i 18 si compiono una sola volta e anche se penso che alla fine 18 è solo un numero alla fine per l'importanza che si usa attribuirgli mi piacerebbe poterli festeggiare per bene

Mia madre ieri mi ha ripetuto che mangio normalmente, lasciando stare il nervoso, le cose sono peggiorate quando si è messa a riempire il piatto di mio padre in maniera spropositata a controllare cosa mangiassi e a farsi un piatto più piccolo del mio( le ultime due cose sono le cose che mi mandano più in bestia in assoluto!!)
Poco prima di cena avevamo iniziato a parlare della fidanzata di M, notando come lei, la mia ex e la fidanzata di un suo amico si chiamassero e avessero lo stesso carattere, alla fine le è uscita la frase " conosco tre A. tutte e 3 gay, dico gay perchè solamente G. la posso chiamare davvero lesbica"
Si perchè NATURALMENTE G. è un maschio mancato e che si veste in modo molto poco femminile e magari a guardarla bene è pure verde e ha qualche braccio in più...
Credo che mia madre percepisca una persona lesbica come un essere mutante a 8 braccia
Io boh non ho parole, temo le manchino proprio " le basi" ( passatemi il termine)
A quanto ho capito la sua teoria è la seguente:
Gay( di maschio) persona iper femminile che porta la migliore amica a fare shopping e tutto quello che vi viene in mento di super stereotipato
Gay( di femmina) = bisessuale
Lesbica= mascio mancato, persona che vuole essere un maschio, che gioca a calcio, ha solo vestiti maschili, non si trucca, ha un taglio con una rasatura da un lato e tutto il resto che vi viene in mente di super stereotipato
Quello che vi chiedo ora è: ma quanto cazzo è ignorante?
Scusate il linguaggio scurrile ma questo è davvero una delle poche cose che mi mandano in bestia profondamente, io davvero non so come nel 2015 ci siano persone ancora così legati allo stereotipo.
Se un giorno e dico un giorno volessi( e voglio) fare coming out cosa mi posso aspettare da lei?
O meglio, come posso aspettarmi di riuscirci dal momento che pensa questo e non è poi semplicissima per me da dire dal momento che mi vergogno pure a chiamare quando è pronto a tavola?!
Sentirmi dire " tu non sei davvero lesbica perchè non sei un maschio mancato e per strada se passa un ragazzo lo guardi"
mamma, ora ti illumino,
punto uno: permettimi di darti dell'ignorante
punto due: per strada guardo chiunque mi stia attorno ( se passa qualcuno carino perchè non dovrei guardarlo? un altro discorso è avere una relazione cosa che trovo più difficile)
punto 3: cerca un dizionario, se vuoi te lo regalo


Scusate l'enorme parentesi ma questo discorso mi sta un pelo a cuore e l'ignoranza in generale mi urta assai, chi giudica senza sapere, senza conoscere, e non si mostra neanche aperto a cercare di capire quando provi a spiegargli come le cose realmente stanno.
Spero di non essere risultata troppo pesante


Oggi ho accompagnato mia sorella a fare shopping, è l'ultima volta, giuro!
un po' perchè lo odio ma soprattutto perchè ha continuato 3 ore a prendermi in giro perchè mi girava la testa e mi sentivo uno schifo per il caldo
ma vi giuro ragazze che se va bene ci sono 36 gradi e non sto al top( oltre al fatto che il caldo mi uccide letteralmente) Speriamo che stasera alla festa dato che siamo anche in campagna si stia meglio

Vi ringrazio per essere arrivati a leggere fino qui, e sperando che mi sia espressa in modo decente e che ci abbiate capito qualcosa , vi mando un bacione, spero che da voi si muoia meno di caldo  ^^


7 commenti:

  1. Purtroppo gli stereotipi viaggiano alla velocità della luce in questa società piena di esteriorità e di superficialità...
    Tua mamma è una delle tante... Non è cattiva, è semplicemente ignorante nel senso buono del termine - si lascia convincere dalle idee popolari di chi non vive veramente la situazione...
    Se solo sapesse, se solo tu riuscissi ad aprirti con lei, sono certa che guarderebbe tutto con occhi differenti, perlomeno ci proverebbe!
    Sono sempre convinta che tu debba parlarci, però forse è troppo presto. Sarebbe meglio tu cominciassi dalle piccole cose, dalle piccole insicureze, questa sarebbe una rivelazione effettivamente grande...
    Ma devi cominciare, devi sforzarti a trovare il coraggio dentro di te... c'è, fidati...!

    Spero per te che con la scuola non ci siano ulteriori problemi, immagino la difficoltà a studiare mentre ti passan per la testa mille pensieri, mille paranoie e paure. E' impossibile, hai tutta la mia comprensione.
    Un bacione!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Iliaria per il tuo sostengo un abbraccio forte forte ❤

      Elimina
  2. Ma spiegargliele queste cose, senza arroganza? Cerchiamo di avere un po' di comprensione per questi poveri genitori che non son mica cresciuti come noi nell'era dello yaoi e di Brenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se ti ho dato questa impressione ma credimi ma non credo di essere arrogante, sono semplicemente esasperata dai suoi commenti che continua a fare rifiutandosi di ascoltarmi o smentendomi in quello che dico, la sua chiusura insomma.
      So che è cresciuta in un'altra epoca, me ne rendo conto e la cosa che mi sorprende é che sin da piccola mi ha sempre insegnato che le persone sono belle perché differenti mettendo in mezzo il discorso della provenienza, del gusto sia a livello culinario sia a livello di partner
      Mi ha insegnato a rispettarle ma é la prima che si mostra chiusa.
      Dico queste cose per questo motivo non per altro

      Elimina
  3. Nicoletta (Christiane)11 giugno 2015 15:38

    Non sai quanto ti capisco... ho vissuto il tuo stesso tormento attraverso mio fratello maggiore, ed è così profondamente ingiusto, questi stereotipi opachi. Vorrei che capissero che etero, L,G,B,T, sono solo lettere, solo una parte di ciò che siamo o possiamo essere.
    Ti stringo.

    RispondiElimina
  4. Ti sono vicina, cara. Il mio migliore amico è omosessuale e ho vissuto con lui il coming out con i suoi...nel senso che lo aspettavo in machina fuori casa nel caso in cui, come lui temeva, lo cacciassero fuori a calci! Ovviamente non è stato così. C'è stata freddezza, tanta, e un briciolo di delusione, ma un genitore deve accettare che il figlio faccia le proprie scelte e deve augurarsi solo la sua felicità. Però ti capisco, e vorrei tanto che nessuno più al mondo dovesse soffrire come ha sofferto lui nell'attesa di confessarlo ai suoi, e che nessuno dovesse più nascondersi, che non destasse scalpore vedere due ragazzi che si tengono per mano o due ragazze che si danno un bacio per strada. Le persone che si aggrappano ancora a queste sciocche etichette - lesbica, gay, frocio, checca... - sono piccole e meschine, siamo tutti persone e tutti meritiamo di essere felici.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole, é rincuorante sapere che c'è anche l'altro lato della medaglia, persone che non giudicano ma che dall'altro lato non fanno la questione " troppo grossa" ti abbraccio forte forte ❤

      Elimina