mercoledì 1 luglio 2015

mostri nel ripostiglio

Stanotte dormo con la porta e la finestra aperta così che i mostri vengano e mi possano mangiare.
E io che nei mostri non ci credo neppure, non penso siano cannibali, non possono mangiare una di loro, non possono mangiarmi.
A volte, al buio penso come sarebbe bello se potessi essere inghiottita, sparire nel silenzio della notte in un buco nero lasciando nulla dietro.
Nessuna sofferenza, nessun rimpianto.
Sarebbe anche una fine serena, dopotutto, sicuramente migliore delle tante prospettate e progettate nei più piccoli dettagli.

Stasera dormo con la finestra e la porta aperta, in modo che i mostri vengano e mi tengano compagnia.
Mi addormento pensando a quanto sarebbe bello essere abbracciati dal nulla, in una stretta avvolgente e familiare non sentendo più nulla, non il grasso, non il peso e nemmeno quel sudore che ti si appiccica addosso, il grasso che ti si appiccica addosso e che più volte al giorno cerco di strofinare via invano.
Inghiottita nel vuoto più assoluto, in assenza di suono e senza quelle malsana voglia che é tornata a tormentarmi e chr non posso soddisfare.
Prego perché venga l'inverno, freddo neve e ghiaccio.
Voglio potermi guardare in quello specchio che la stagione offre e sentirmi per una volta a casa.
Potermi seppellirmi nel caso non fossi ancora riuscita ad annegare nel buio in maglioni, felpe, pantaloni larghi e nascondermi da tutto e da tutti.
Estraniarmi dal cibo che mi tenta, che mi vince, che odio, che disprezzo ma non riesco a ripudiare.

Voglio essere libera, leggera per volare lontana.
In pace.

11 commenti:

  1. A costo di diventare noiosa: non troverai pace così.

    RispondiElimina
  2. Tu hai ragione, ho bisogno di scrivere certe cose, certi pensieri
    Ma grazie per avermi messo in guardia.

    RispondiElimina
  3. Concordo con Curvula.
    La malattia ci illude di poter essere (finalmente) in pace, libere attraverso la leggerezza di un corpo. Come se i kg meno potessero risolvere i problemi, potessero colmare le mancanze, diminuire l'insicurezza e la rabbia.
    E' un desiderio meschino, bugiardo che non porta a niente, soltanto altrettanto vuoto.
    Crediamo di poter volare e poi,quando proviamo a gettarci nell'aria, battiamo la testa, un braccio, una gamba, un nuovo colpo, sempre più forte e con effetti più gravi in un corpo deperito e sofferente di per sè.

    Ti suggerisco, non appena hai questi pensieri, di metterti a riflettere, di osservare bene, con più razionalità, la tua ambizione, il desiderio di leggerezza così come lo hai descritto...
    Capirai che è errato e forse potrai evitare alcune situazioni spiacevoli...
    Ma ti capisco tanto... credimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ilaria, a volte é molto più semplice lasciarsi andare anche perché alla fine é una cosa che si sa fare con precisione millimetrica, ma hai ragione e dovrei convincermene fino a fondo, penso tantissimo a volte mi sembra di esplodere ma riguardo il macro-argomento cibo i pensieri sono duplicati e davvero é tutta nebbia
      Um abbraccio!

      Elimina
  4. L'ho sentito molto questo post, anche io faccio gli stessi pensieri, non posso aprire le finestre però, diventa tutto più soffocante così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa più bella sarebbe non farli e tenere aperte le finestre e respirare tranquillamente, senza preoccupazioni senza pensieri continui.

      Elimina
  5. Tesoro come stai?? Ti scrivo qui perché penso che tu non sia ancora riuscita ad attivare whatsapp, nel caso avvertimi!! Dovevo proprio chiedertelo... soprattutto dopo che ho letto questo post, ora approfitto anche per commentare...
    In realtà non so bene che scrivere per incoraggiarti, perché concordo con tutte le altre, e ti capisco benissimo. La volontà di sparire materialmente fa parte della malattia ed è la cosa che la tiene in piedi, giuro che ti capisco e che quella di sparire sembra l'unica possibilità per far svanire i problemi, io sono la prima che ci casca e la prima a pensarlo, ma cavolo così non troveremo mai pace... ha ragione Curvula! E sono pienamente d'accordo con Ilaria, in fondo lo sappiamo che è tutto illusorio e che dopo ci facciamo ancora più male! E' difficilissimo non cedere alle bugie della malattia, sembrano così vere. Ma così non è vita, è un cane che si morde la coda continuamente. Che dire, credo che per non cedere a questi desideri malati dobbiamo sistemare quello che non va della nostra vita, che sicuramente ci sembra impossibile e a volte non lo sappiamo nemmeno noi cosa non va, ma una volta risolto quello le voci saranno sempre più deboli. Poi credo anche che questa volontà di sparire cela una grande vergogna che proviamo per noi stesse, per motivi diversi... ( almeno per me è cosi!) e credo che sparendo, diventando piccola piccola e fragile questa vergogna si smaterializzi insieme al mio corpo, ma qui in ballo c'è la nostra vita, è l'unica cosa che mi frena!
    Ho detto tante cose che si sanno già... Ma ci tenevo perché ti capisco, ti capiamo tutte purtroppo.
    Ti abbraccio fortissimo... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera :D
      No non ci sono ancora riuscita, ma ti faccio sapere appena riesco a farlo risorgere! E nel frattempo ti mando una mail tanto.pet raccontare un po' più nel dettaglio :)
      Le cose stanno un po' così così, potrei definirle " nebbiose"
      Tu come tutte le altre hai perfettamente ragione e capisco davvero cosa intendi dire riguardo allo sparire per vergogna, é un pensiero costante e nonostante un continuo fallire in questo cercare di sparire continuo a tentarci, ed é sbagliato e me ne rendo conto solo quando cado e mi faccio davvero male
      Bisogna lasciarsi andare ma alle cose positive, alle cene e agli amici, invece faccio tutto il contrario, cedo ai pensieri, alla ginnastica e a tutto il resto..
      Anch

      Elimina
    2. ( ha pubblicato il commento autonomamente, sorry ;P)
      *anch'io alla fine ho detto delle ovvietà che però purtroppo non riesco a mettere in atto in modo positivo
      Alla fine ( ma é quasi inutile dirlo) lottare é difficile e lasciarsi andare molto facile...
      Ti abbraccio fortissimo anch'io <3
      ( sperando nella connessione ti mando una mail al più presto, anche a me fa piacere sapere come sta andando un po' il tutto :))

      Elimina
  6. .. Non saprei cosa aggiungere.

    RispondiElimina